gtag('config', 'UA-57638171-1');

Leevia, innovazione e creatività

Il prossimo Startup Europe Award 2018 è una scommessa che Leevia ha decisamente intenzione di vincere. Forte dei numeri e dei successi raggiunti, Leevia, l’unica piattaforma italiana che consente di realizzare realizzare contest online legalmente riconosciuti, si prepara a sfidare le concorrenti start up europee. Creare contest online con Leevia è semplicissimo, grazie a un’interfaccia totalmente user friendly per cui non serve essere un programmatore.

Ideata per affiancare aziende e imprese nella creazione della propria identità digitale, Leevia offre ai propri clienti le più innovative soluzioni creative, con una vasta gamma di servizi integrati di brand awareness, lead generation e social media marketing.

Abbiamo incontrato per voi Nicola Bano, Digital Marketing Manager di Leevia.


12 dicembre 2017, Startup Europe Awards Italia: a Leevia va il premio come miglior startup italiana nella categoria «Creative». Cosa rappresenta questo riconoscimento, un punto di arrivo o di partenza?
Direi un punto di partenza che però è anche una conferma. Siamo cresciuti moltissimo negli ultimi due anni, questo è un piccolo riconoscimento non solo per i nostri prodotti, ma anche per il nostro lavoro. Il digitale è un mondo in continua evoluzione, chi si ferma è perduto, però è importante sapere in che direzione stai andando.

Anno nuovo ed è tempo di bilanci: descrivi il 2018 di Leevia in tre parole.
Crescita, sviluppo, conferma. Per quest’anno vogliamo continuare a crescere in termini di fatturato, di personale, di prodotti. Però per noi è molto importante anche migliorare i prodotti che abbiamo al momento, stiamo lavorando moltissimo ad una nuova release che ridefinirà completamente il mercato in Italia, ma per il momento non posso dire di più. In fine, vogliamo confermarci come player importanti e stabili all’interno del mercato.

Differenziarsi per essere competitivi ed essere competitivi per differenziarsi: cosa rende un business model strategicamente vincente?
Non saprei dirlo, sinceramente. Posso dirti cosa ha reso il nostro business model vincente: in primis il prodotto, ma anche il servizio. Noi siamo fornitori di prodotti digitali e la maggior parte dei nostri clienti non ha voglia di capire un settore con delle dinamiche e delle peculiarità come quello dei contest online. Preferiscono trovare tutto pronto. Quindi Leevia non è solo una suite di prodotti, ma anche un team di professionisti che offrono servizi a 360° sulla creazione di concorsi a premi online, a partire dalle pratiche burocratiche, fino a tutti i servizi più classici come l’advertising per la promozione del concorso, lo studio della parte creativa, etc.


Le aziende italiane e la marketing automation: quali declinazioni sono ancora possibili per il panorama nostrano?
Secondo me, mentre negli anni scorsi abbiamo assistito ad una corsa ai Social, vedremo un progressivo ridimensionamento dell’entusiasmo per Facebook e co. Mi spiego meglio: ci si sta rendendo conto che “avere più like”, con le logiche degli algoritmi di oggi, serve davvero a poco. Quindi si sta ricominciando a lavorare su ecosistemi proprietari, usando i social come canale per generare traffico e portare gli utenti sul proprio blog/sito/app. In questo modo le aziende possono convertirli attraverso strategie che includano anche la marketing automation come strumento per “accompagnare” il lead attraverso la customer journey. L’altra tendenza è quella della personalizzazione dei messaggi: non si può più pensare all’automation come ad una serie di messaggi standardizzati da sparare nelle caselle email in modo massivo. In questo senso vediamo lo sviluppo di strumenti interessanti come i bot, ma non solo. Insomma, stiamo andando verso una logica sempre più customer oriented e sempre meno one to many.

Lead generation: il contest online è davvero la soluzione più performante?
Il contest online si inserisce perfettamente nel contesto odierno, perché è un ottimo strumento per portare gli utenti fuori dai social e convertirli in lead. La nostra piattaforma mette assieme le possibilità di viralizzare tramite i social e quella di ottenere un database profilato con tutti i partecipanti. Ma un contest non serve solo per la lead generation, spesso lo si utilizza per altri obiettivi, come ad esempio il lancio di un prodotto o la fidelizzazione dei clienti, o ancora la ri-profilazione dei clienti che acquistano un prodotto o richiedono una tessera fedeltà nei negozi fisici, insomma le possibilità sono davvero molte. Certo, quello della lead generation è l’obiettivo primario per la maggior parte dei nostri clienti.
Se sia la soluzione più performante non saprei dirlo, le variabili in gioco sono davvero molte: come sempre non esiste LA soluzione, ma lo studio di una soluzione su misura per ogni cliente, perché il contest, come strumento, può essere perfetto in alcuni casi e non essere adatto in altri, senza parlare dell’enorme differenza che fanno la creatività, la meccanica di partecipazione, i premi in palio, il targeting dell’Adv, etc.

Ora Leevia concorrerà, con le vincitrici delle altre nazioni UE, per aggiudicarsi il titolo SEA a livello europeo. Qual è il punto di forza della vostra realtà aziendale rispetto alle altre in competizione?
Il mix tra prodotto, creatività e strategie di marketing.

Sull’Autore

Laureata in Editoria e Scrittura, Specializzata in Giornalismo d'inchiesta, Master in Comunicazione, Web Marketing e Social Media. Lavoro con i numeri, ma scrivo perchè ho un conto in sospeso con le parole, quelle forti che quando le pronunci muovono tutto intorno, come un sasso lanciato nell'acqua.

Articoli Collegati