La legge sul biotestamento divide ancora l’Italia

Ferma al Senato, dopo il via libera della Camera, la legge sul fine vita raccoglie critiche e consensi.

È recentemente tornata al centro del dibattito politico la legge sul biotestamento, la cui approvazione sembra ancora un orizzonte lontanissimo. Sono senza dubbio giorni al cardiopalma per il Governo intento ad approvare la legge di bilancio. Tuttavia in settimana i senatori saranno chiamati a scegliere quali provvedimenti varare prima che il DDL di bilancio torni a Palazzo Madama per la terza lettura. Verosimilmente la scelta verterà su ius soli e legge sul testamento biologico.

Con 326 voti favorevoli, 37 contrari e 4 astenuti, la legge sul biotestamento ha superato il vaglio della Camera dei Deputati il 20 aprile scorso, incontrando però un infinito stallo burocratico al Senato. Qui la legge, catalogata come atto 2801, è arenata nei cassetti di Palazzo Madama da oltre 7 mesi. A poco o nulla è servito il tentativo della relatrice PD, Emilia de Biasi, di dimettersi al fine di accelerare i tempi di approvazione. Nella maggioranza è inamovibile il “no” di Alternativa Popolare, mentre il Movimento 5 Stelle si dice disposto a replicare il suo appoggio al Senato.
Anche con il nullaosta dei senatori, tuttavia, il testo dovrebbe essere nuovamente vagliato alla Camera e ciò rende i tempi per l’approvazione innegabilmente stretti considerando l’auspicio del Segretario del Partito Democratico, Matteo Renzi, di varare la legge prima della fine della legislatura.

Un tema delicato che si inserisce in un dibattito ricco di voci. Prima fra tutte risuona quella di Papa Francesco che ha recentemente aperto le porte alla legge sul testamento biologico. A seguire quelle dei sindaci italiani, i quali hanno aderito alla raccolta firme indetta dall’Associazione Luca Coscioni al fine di far uscire la legge dal pantano burocratico in cui si trova. Da Torino a Palermo, oltre 30 primi cittadini ne hanno infatti chiesto l’approvazione definitiva scongiurando un nuovo passaggio alla Camera.
Ed è la stessa Associazione Luca Coscioni, fondata nel 2002 dall’omonimo economista affetto da sclerosi laterale amiotrofica, ad aver indetto per il 30 novembre, giorno della riunione dei capigruppo in Senato, un walk-around intorno a Palazzo Madama. “La richiesta ai capigruppo è quella di calendarizzare immediatamente la legge sui biotestamento per colmare il ritardo della politica sul fine vita” è quanto dichiarato dalla co-presidente dell’Associazione, Mina Welby. “L’assenza di una legge che riconosca la possibilità di accogliere le disposizioni anticipate di trattamento di persone con gravi disabilità, che hanno bisogno di strumentazioni informatiche per poter comunicare, produce insensate diseguaglianza fra cittadini “sani” e cittadini “malati”” aggiunge un’altra figura chiave dell’Associazione nonché della battaglia per il biotestamento, Marco Cappato.

Toni meno pacati e tendenzialmente più infelici sono quelli assunti dal leader della Lega Nord, Matteo Salvini: “Io più che del fine vita mi preoccupo della vita e a me piacerebbe che questo Parlamento si occupasse degli italiani che stanno vivendo”. Non si è fatta attendere la replica al vetriolo di Debora Serracchiani: “Spero che chi oggi parla con sprezzo dei malati e delle loro famiglie recuperi un minimo di umanità e, anche se è contro la legge, si esprima con rispetto”.

La polemica non si placa e, da destra a sinistra, piovono accuse e critiche che a poco serviranno a superare l’oscurantista ostruzionismo portato avanti dai senatori di quella destra cattolica più conservatrice. In attesa di avere una data certa per il voto appaiono infine emblematiche le parole di Matteo Mainardi: “L’assenza di una legge sul Biotestamento viola il diritto all’autodeterminazione dei cittadini obbligandoli a sottostare al volere altrui”.

Sull’Autore

Aspirante giornalista e scrittrice in erba. Vivo a Bologna, dove studio Lettere Moderne all’Università. Amo la politica, i complotti e gli animali. Ho pochi obiettivi sicuri nella vita, primo fra tutti vincere il Pulitzer

Articoli Collegati