Microscopia crioelettronica: Premio Nobel per la Chimica 2017

Il Premio Nobel per la Chimica 2017 è da poco stato assegnato a Jacques Dubochet, Joachim Frank e Richard Henderson per i loro sviluppi nel campo della microscopia elettronica di molecole organiche, nel dettaglio per “aver sviluppato la microscopia crioelettronica per la determinazione in alta risoluzione della struttura delle biomolecole in soluzione”.

Gli assegnatari del Premio Nobel per la Chimica 2017: Jacques Dubochet, Joachim Frank e Richard Henderson

Gli assegnatari del Premio Nobel per la Chimica 2017: Jacques Dubochet, Joachim Frank e Richard Henderson

Questa particolare metodologia di osservazione delle biomolecole consiste in un rapido congelamento, chiamato vitrificazione, che non consente ai cristalli di ghiaccio di formarsi. Il congelamento, al contempo, immobilizza la molecola nel suo stato al momento dell’abbattimento di temperatura. Ciò permette un’osservazione più dettagliata della struttura molecolare, ed in particolare la sua evoluzione, attraverso lo studio della stessa molecola in diversi momenti.

Immagine del virus Zika ottenuta tramite microscopia crioelettronica

La possibilità di osservare le bioproteine in soluzione permette di studiarle nella loro condizione usuale, raggiungendo quindi un grado di accuratezza finora mai raggiunto.

La differenza in risoluzione rispetto ai precedenti metodi di imaging -come la cristallografia ai raggi X e la microscopia elettronica a scansione e trasmissione- è notevole e potrebbe permettere in futuro nuove ricerche nel campo della biochimica. Basti pensare per esempio ai vantaggi che ne conseguirebbero nella ricerca contro malattie come l’Alzheimer (causata dal mutamento di una proteina) o contro le infezioni virali. In particolare, finora la microscopia crioelettronica ha permesso di studiare il virus Zika, oltre alle resistenze antibiotiche di alcune specie batteriche.

Fonti:
Nobel Prize – https://www.nobelprize.org/nobel_prizes/chemistry/laureates/2017/press.html
ANSA – http://www.ansa.it/canale_scienza_tecnica/…

Sull’Autore

Classe 1992, laureato in Ingegneria Meccanica e appassionato di progressive rock, birra e tutto ciò che ha un motore. Le bufale e la disinformazione risvegliano il Torquemada che è in me: complottisti avvisati!

Articoli Collegati