Netflix: il futuro del cinema corre sui social

rihanna-lupita-netflix

Metti una sera davanti al PC. Sei su Tumblr, scorri distrattamente la dashboard e lasci che una miriade di contenuti ti passino davanti gli occhi senza che tu ci faccia particolarmente caso. Poi arriva. Con molta probabilità è una foto che hai già visto da qualche parte, ma non lo ricordi nemmeno. Il numero in basso a sinistra ti dice che è stata condivisa centinaia di volte, però solo ora, guardandola, ti senti particolarmente ispirato. Quindi clicchi il tasto di reblog, scrivi una caption che lì per lì sembra idiota, ma è simpatica, piace. Succede poi che il post diventa virale, fa il giro di tutti social, si trasforma in un vero e proprio meme e Netflix decide di farci un film.

Vi sembra tutto molto assurdo? Invece è successo davvero e il film ha addirittura una data di uscita prevista per il 2018. Protagoniste di questa storia sono Rihanna e Lupita Nyong’o, ritratte in una foto scattata durante un fashion show di Miu Miu nel 2014, sedute una di fianco all’altra in prima fila. Pare siano stati i loro outfit stravaganti ad accendere la creatività di un utente Tumblr che in un post ha scritto: “They look like they’re in a heist movie with Rihanna as the tough-as-nails leader/master thief and Lupita as the genius computer hacker” (Sembrano uscite da un film di rapine in cui Rihanna è una ladra professionista e Lupita un genio del computer). Su Twitter la foto ha ricevuto circa 96mila retweet e non ha attirato solo l’attenzione delle due celebrity, che si sono dichiarate fin da subito disposte a partecipare al progetto, ma anche quella della sceneggiatrice Issa Rae e della regista Ava DuVernay, che in un suo tweet in merito alla vicenda ha anche scritto “Ci meritiamo cose belle”.

Le reazioni di Lupita Nyong’o e Rihanna su Twitter.

                            Le reazioni di Lupita Nyong’o e Rihanna su Twitter.

Netflix è sempre più decisa a rivoluzionare la cinematografia. Già quest’anno aveva fatto parlare di sé per via della presentazione al Festival di Cannes di due film prodotti dalla piattaforma streaming più famosa al mondo, una scelta che ha fatto storcere il naso ai partecipanti nonché alla stessa Federazione Nazionale Cinema Francesi. Il suo modus operandi infatti continua a far storcere il naso ai cultori del cinema a partire dalla sua idea di fruizione del film che esclude a priori la sala cinematografica facendo così crollare una delle colonne portanti della settima arte. Ed è proprio in questo clima di polemiche che Netflix ha deciso di portare avanti le trattative per questa nuova produzione che si può considerare di per sé un piccolo record. Molti film sono stati trasformati in meme, ma è la prima volta che un meme viene trasformato in un film.

Il futuro del cinema si gioca dunque online e su un doppio binario. Internet sta piano piano diventando la piattaforma primaria per la fruizione dei film e allo stesso tempo comincia a rappresentare una fonte da cui prendere spunto per la produzione di nuove pellicole. Del resto, secondo quanto afferma il Daily Mail, una delle strade che Netflix vuole imboccare sarebbe quella della interattività, permettendo agli utenti di scegliere la trama e il finale dei suoi prodotti. Contenuti sempre più user-generated dunque, come dimostrato anche da quest’ultima scelta che vede al centro un’idea nata sui social media.

Sull’Autore

Siciliana, appassionata di mille cose diverse, sono una contraddizione a forma di donna. Asociale fino al midollo, diffidente come un gatto. Scrivo perché questa vita non mi basta. Mi chiamano Vanessa, *shrug*

Articoli Collegati

Partecipa alla discussione

Partecipa alla discussione