Attentato Manchester: 22 morti e 59 feriti durante il concerto di Ariana Grande

La pop star si sta esibendo, poi un flash e un boato fortissimo. “Cosa è stato? Che è successo?” si chiedono due ragazzine che stavano filmando lo spettacolo. Hanno capito che si tratta di una bomba, si guardano attonite e senza nemmeno pensare scappano terrorizzate. Un attentato scuote la Manchester Arena ieri sera, seminando 22 morti e 59 feriti durante il concerto della pop star americana Ariana Grande. Il capo della polizia di Manchester Ian Hopkis ha confermato che si tratta di un kamikaze: “Ha agito da solo, riteniamo che fosse in possesso di un ordigno improvvisato, causando questa atrocità”.

Migliaia di teenager e bambini partecipano al concerto, non possono immaginare che cosa succederà di lì a poco. Un’esplosione che fa tremare tutto l’edificio. Si guardano intorno terrorizzati, girandosi tutti nella stessa direzione. Iniziano a correre verso le vie di uscita, gridano e si accalcano uno sull’altro. C’è chi viene spinto giù dalle scale e chi scavalca le barriere. Nessuno filma più la pop star e balla al ritmo di musica perché al centro dell’attenzione c’è solo la paura e la volontà di scappare via da quell’orrore. L’arena è satura di palloncini rosa e di orecchie di coniglio, un accessorio amato dalla cantante, che lo indossa nella copertina del suo ultimo album. Un cerchietto che adesso è diventato un nastro nero simbolo, sui social, del lutto per le vittime innocenti.

Alcuni feriti dopo l'attentato di Manchester

Alcuni feriti dopo l’attentato di Manchester

All’esterno del palazzetto, il più grande d’Europa, arrivano le ambulanze e la polizia in tenuta antisommossa. La stazione metro Victoria Station vicino all’arena è presa d’assalto. Migliaia di persone corrono per le scale mentre, chi era già all’interno guarda sgomenta la calca che li travolge. La gente rincorre i taxi chiamandoli a squarcia gola. Un incubo. La prima ministra Theresa May, esprimendo vicinanza e cordoglio alle famiglie delle vittime, ha sospeso la campagna elettorale in vista delle elezioni il prossimo 8 giugno. Ha affermato inoltre che non è il primo episodio di terrorismo che l’Inghilterra affronta. I 59 feriti sono stati portati in diversi ospedali della zona, molti dei quali sono in gravissime condizioni. Attualmente la stazione metro Victoria Station è chiusa e lo rimarrà fino al nuovo ordine. La ministra conclude: “Nonostante il grande lavoro svolto dalla polizia, al momento non possiamo confermare l’identità dell’attentatore”. Le agenzie dell’ultima ora riportano l’arresto di un uomo di 23 anni probabilmente connesso con l’attentato.

Sull’Autore

Articoli Collegati

Partecipa alla discussione

Partecipa alla discussione