#LeNuoveAmazzoni: Caterina Cornaro

Caterina Giulia Corner (Venezia, 25 Novembre 1454 – 10 Luglio 1510), italianizzato poi in Cornaro, fu regina di Cipro, Gerusalemme e Armenia dal 1474 al 1489 e signora di Asolo dal 1489 alla sua morte.

La regina della casata Cornaro

Sposata per procura a re Giacomo II di Lusignano a 14 anni, si unì effettivamente in matrimonio al sovrano all’età di 19 anni. Durante la gravidanza, il marito morì, lasciando però alcune disposizioni che estromettevano Caterina dalla successione al trono, nonostante le fosse dovuta, secondo le norme vigenti, insieme all’erede che portava in grembo.

Caterina fu più volte vittima di intrighi e complotti orditi dal collegio di commissari reali istituito alla morte del marito, che voleva a tutti i costi stabilire un’alleanza tra la Serenissima e il regno di Napoli. Vessata, tradita e costretta ad abdicare, Caterina era però molto amata dal popolo, che le conferì il titolo di signora di Asolo pur indicandola sempre, nei documenti e negli atti reali, con il titolo di regina. Alla corte asolana richiamò artisti e letterati che già le erano fedeli in precedenza.

Per il suo funerale si dovette costruire un ponte di barche da Rialto a Santa Sofia a causa dell’enorme afflusso di persone. Le sue spoglie si trovano attualmente nella chiesa di San Salvador, a sestiere San Marco.

Sull’Autore

Noemi Migliaccio studia Cinese Mandarino e Hindi all'Università degli Studi di Napoli "L'Orientale". Per Mangiatori di Cervello si occupa prevalentemente del dibattito femminista e della sua storia, senza mai abbassare lo sguardo per quanto concerne i diritti dell'individuo.

Articoli Collegati

Partecipa alla discussione

Partecipa alla discussione