Emmy Awards 2016: razzia Game of Thrones, sorpresa Mr. Robot

Questa notte il Microsoft Theatre di Los Angeles è stato illuminato dalle centinaia di stelle del mondo del piccolo schermo: si è tenuta infatti la 68esima edizione degli Emmy Awards, gli Oscar delle serie TV, trasmessa live dall’emittente statunitense ABC. Durante la tipica serata all’insegna di passerelle sul red carpet, sfarzoso giubilo e tensione palpabile, si è verificata, però, un’incursione massiccia di draghi, principi violenti e gnomi scorbutici che hanno depredato attenzioni e una quantità enorme di premi.

68th Emmy Awards.

68th Emmy Awards.

Protagonista assoluta di questa edizione è stata infatti Game of Thrones, la serie TV fantasy tratta dai romanzi di George R. R. Martin. Nonostante la sua longevità (sei stagioni), GoT ha sbaragliato qualsiasi concorrenza, trionfando, tra gli altri premi, come miglior serie drammatica, miglior sceneggiatura − sfornata dalle menti di David Benioff e D. B. Weiss − e miglior regia in una drama serie (per l’episodio Battle of the Bastards, 6×9), per un totale di 12 statuette. Come se non bastasse, la gloriosa serata di Game of Thrones si è coronata con il conseguente record assoluto: con il vertiginoso bottino di 38 Emmy, GoT è la serie TV più premiata della storia.

Alcuni protagonisti di GoT agli Emmys Awards 2016.

Alcuni protagonisti di GoT agli Emmys 2016.

Gli avanzi sono stati contesi tra le nuove rivelazioni e le serie già affermate: spicca tra tutti l’Emmy come miglior attore protagonista in una serie drammatica a Rami Malek, l’Elliot Alderson di Mr. Robot, che l’ha soffiato all’ultimo a un ostico Kevin Spacey (già ampiamente affermatosi durante le edizioni passate per il suo mirabolante ruolo di Frank Underwood in House of Cards); un risultato che non si aspettava nemmeno lo stesso attore, che una volta salito sul palco ha scatenato l’ilarità del pubblico con l’autocitazione: “Oh mio Dio, ditemi che state vedendo questo anche voi” . È da segnalare, inoltre, l’assegnazione del premio come migliore attrice protagonista drammatica a Tatiana Maslany per Orphan Black.

Rami Malek ai 68th Emmy Awards.

Rami Malek ai 68th Emmy Awards.

Il fronte delle risate, infine, vede Veep – Vicepresidente incompetente nominata miglior commedia, e la sua Julia Louis-Dreyfus come miglior protagonista femminile. L’Emmy del miglior personaggio principale maschile in una comedy è vinto invece da Jeffrey Tambor, che veste i panni del protagonista transessuale Mort/Maura in Transparent.

Sull’Autore

Classe '96, nato bresciano, studente di Lettere Moderne presso l'Alma Mater di Bologna. Oltre al mio blog "Parole alla Tempesta", scrivo per "Mangiatori di Cervello" e altri progetti.

Articoli Collegati

Partecipa alla discussione

Partecipa alla discussione