#88mph: Un Tuffo Nella Storia – La battaglia del Metauro

22 giugno 207 a.C. – Oggi si ricorda la battaglia del Metauro tra i Cartaginesi di Asdrubale Barca e i Romani guidati da Gaio Claudio Nerone e Marco Livio Salinatore. I due consoli si incontrarono presso il guado di Serrungarina (PU) e schierarono l’esercito con il fianco coperto dal monte Rosario. Asdrubale, che trasportava i rifornimenti per  il fratello Annibale, poteva contare su una forza mista di 30.000 effettivi comprendenti Liguri Apuani, Galli e Iberi insieme a 10 elefanti. I romani, dal canto loro, potevano contare su forze pari a 40.000 uomini tra fanteria e cavalleria.

Il barcide schierò i Liguri al centro i quali però erano poco avvezzi alle battaglie di schieramento, avendo sempre esercitato una difesa di profondità con l’ausilio di tattiche di guerriglia. I Galli, secondo le testimonianze, erano reduci dai bagordi della notte precedente e vennero sistemati col fianco coperto dalla montagna. Gli iberi ressero lo schieramento fino a quando non gli si rovesciarono addosso anche le truppe di Nerone che, distratte dalla lotta con i Galli fermi sul campo di battaglia e su terreno accidentato, non rappresentavano una minaccia: verranno distrutti per ultimi. Al termine della battaglia Nerone cercò il cadavere di Asdrubale e ne recise la testa che successivamente lanciò nel campo del fratello, per fargli sapere che i rifornimenti non sarebbero mai arrivati e che il fratello era morto. La battaglia del Metauro rappresentò uno dei grandi punti di svolta dell’umanità, comportando la consacrazione definitiva dei Romani quale superpotenza mediterranea e il declino di quella Cartaginese.

Annibale Barca ritrova a testa del fratello - Pala del Tiepolo

Annibale Barca ritrova a testa del fratello – Pala del Tiepolo

Sull’Autore

Sig. Carlo per gli amici. Laureato in Relazioni Internazionali all'Università di Trieste, scrive per passione di politica estera e sicurezza (inter)nazionale. Altissimo, purissimo, serenissimo.

Articoli Collegati

Partecipa alla discussione

Partecipa alla discussione