#88mph, un tuffo nella Storia: l’attentato a Reagan

Nella giornata di oggi si ricorda il tentato assassinio del Presidente degli Stati Uniti Ronald Reagan, avvenuto di fronte al Washington Hilton Hotel. Il presidente si era insediato allora da appena 70 giorni quando il rampollo di una famiglia di petrolieri texani, John Hinckley Jr, aggredì la scorta presidenziale con un revolver calibro 22. Oltre al presidente Reagan, rimasto ferito da una pallottola di rimbalzo, vennero colpiti l’agente di polizia Thomas Delanthy, l’agente della scorta Tim McCarthy e il segretario James Brady, che rimase sulla sedia a rotelle fino alla morte, avvenuta nel 2014.

Durante il processo è emerso che Hinckley avrebbe aggredito il presidente per impressionare l’attrice Jodie Foster, da lui notata nel film Taxi Driver del 1976. La sentenza riconobbe l’incapacità di intendere e di volere di Hinckley, che venne rinchiuso in un ospedale psichiatrico criminale.

 

Sull’Autore

Sig. Carlo per gli amici. Laureato in Relazioni Internazionali all'Università di Trieste, scrive per passione di politica estera e sicurezza (inter)nazionale. Altissimo, purissimo, serenissimo.

Articoli Collegati

Partecipa alla discussione

Partecipa alla discussione